blog, elucubrazioni, liber-azioni, ma mi faccia il piacere!, politically scorrect, politica, attualità, personal, governo, opposizione, libertà, stupidaggini MinervAblog | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

liber-azioni ed elucubrazioni varie
DIARI
17 giugno 2011
Trattieni il fiato, mordi il tuo senso e ingoia
   Strade che ho perso dentro ai tuoi occhi neri di fango stanchi di tutto e fatti di niente ora le cerco in ogni parola detta per sbaglio da chi non sa bene come passare ad altra sorte io vivo disperso nei sotterranei di questi tuoi giorni non resta più niente dei tuoi rimpianti solo il ricordo di alcuni istanti stretti a dovere intorno alla pancia come una cinghia per non dimenticare il tempo che fugge verso i tuoi giorni che sono niente ora che anch'io non ho direzione e vago nel buio non ho destinazione e dammelo tu un nuovo indirizzo dove trovarmi appeso a uno specchio ad ogni ritorno un nuovo ritratto ad ogni ritorno appeso a uno specchio un nuovo ritratto ad ogni ritorno un nuovo ritratto appeso a uno specchio ad ogni ritorno un nuovo ritratto appeso a uno specchio ad ogni ritorno un nuovo ritratto appeso a uno specchio il mio ritratto    



Ho voluto riportarlo senza punteggiatura, tutto d'un fiato perchè tutto d'un fiato va letto ed ingoiato.

Si tratta di un breve estratto dal testo di una canzone dei Negramaro.

Questa non può essere che poesia: tagliente, profonda, intensa nella sua disarmante semplicità.

L'essenza del significato che le parole di una canzone o di una poesia possono assumere è meravigliosamente soggettiva.

Destrutturare, ricomporre e plasmare a tuo piacimento. Puoi farlo, senza restrizioni o costrizioni.

Null'altro da commentare, sarebbe superfluo.

Trattieni il fiato, mordi il tuo senso e ingoia.
sentimenti
4 maggio 2011
Sono (I am)...


Sono...

Sono niente e tutto quello che ancora non conosco. Sono quella paura buona ed il tremore che percorre la schiena. Sono contraddittoria e coerente quando meno me lo aspetto. Sono una che ha scelto di "ascoltare" invece che "sentire" semplicemente. Sono un'illusa che cerca di stare a galla nell'oceano delle sue disillusioni. Sono quello che ero e mai sarò ciò che qualcuno ha creduto fossi. Sono il silenzio che fa rumore nella vacuità banale. Sono il tatuaggio del passato e il dubbio del futuro. Sono la distrazione che mi illudo di desiderare. Sono la candida innocenza di chi spera e spera ancora. Sono l'unico mio ostacolo e la possibilità che dovrò cogliere. Sono il "carpe diem" mancato e ciò che preso al volo ha lasciato il suo segno. Sono la cicatrice in cui c'è ancora troppo sale. Sono una risata senza senso eppur meravigliosamente speciale. Sono gli occhi che ho incrociato ed in cui ho ritrovato il mio sguardo. Sono quello che inseguo e che vorrò sempre afferrare. Sono la frenesia di ore che sembrano non voler trascorrere. Sono la testarda convinzione che sia giusto ciò che non si può giudicare. Sono un vento di maggio che accarezza la mia pelle. Sono un pasticcio ordinato e la disordinata precisione. Sono l'indovinello a cui non so trovare soluzione. Sono la sognatrice che ha paura di svegliarsi. Sono una pioggia estiva e la sua fresca incongruenza. Sono chi vuole osservare senza paura di capire. Sono il disegno del destino che vorrei poter scoprire.

Sono questo e troppo altro. Sono io e, in fondo, non c'è niente che sia uguale.

DIARI
2 maggio 2011
Pensieri e parole tra interviste e confusione...

Lo scorso sabato ho realizzato la mia prima intervista: stupenda soddisfazione per un'aspirante giornalista come me! :D

Nonostante questo i pensieri che affollano la mente sono tanti, troppi.

"Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza complicare il pane" cantava Samuele Bersani. E anche se io cerebrale non lo sono per nulla (anzi, sono fin troppo istintiva e casinista) il pane riesco a complicarmelo lo stesso.

Ma si sa, c'est la vie! [W le allitterazioni] :)

sfoglia
maggio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Perchè Minerva? Perchè simbolo di saggezza e sapienza, dea capace di governare guerra ed attività intellettuali al contempo, protettrice delle arti e creatrice della musica. Moderazione e forza unite in un unico spirito. Certo...non sono una dea greco-romana e non racchiudo in me cotante virtù, ma considerate la scelta dello pseudonimo una sorta di invocazione alla divinità, proprio come gli autori dell'antichità avrebbero fatto nel tentativo di trarre la miglior ispirazione possibile per le loro opere. Allo stesso modo spero che le virtù della dea in questione mi siano utili nella stesura quotidiana (o semi-quotidiana) di questo blog.
Uploaded with ImageShack.us
BlogItalia - La directory italiana dei blog
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Licenza Creative Commons
MinervA Blog is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at minervablog.ilcannocchiale.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://minervablog.ilcannocchiale.it.



Licenza Creative Commons
MinervA Blog is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at minervablog.ilcannocchiale.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://minervablog.ilcannocchiale.it.