Blog: http://MinervAblog.ilcannocchiale.it

Anatomia di un'incazzatura, una grande incazzatura

Sono incazzata, tanto.

Il fatto che io sia realmente incazzata è un evento assai raro. Il mio limite di sopportazione è molto alto, quindi per far sì che esso venga superato c'è bisogno di una causa valida, validissima.

Non starò qui a disquisire sulle motivazioni alla base della funesta ira che mi ha colta, forse farlo mi farebbe solo ulteriormente incazzare.

La cosa più brutta è che in questo caso non posso prendermela con nessuno, nemmeno con me stessa. La mia arrabbiatura non è stata causata da nessuno, è colpa degli eventi e contro alcuni eventi purtroppo non si può nulla.

Potrei prendermela col destino o con qualsiasi altra entità astratta sia responsabile delle cose che accadono, ma a che servirebbe? Il destino, o eventualmente un suo surrogato, non puoi insultarlo, nemmeno mandarlo a quel paese. E allora come ci si sfoga? Turturando le persone che ti stanno affianco a furia di chiacchiere per cercare parole di conforto? Già fatto stanotte, ma non è che abbia funzionato tantissimo: sono incazzata lo stesso.

Se poi all'incazzatura ci aggiungi anche i "condizionamenti ormonali" a cui noi donne siamo soggette in alcuni periodi del mese è proprio la fine. Si sa, durante certi giorni le donne sono più nervose ed io, tanto per non farmi mancare niente, mi trovo proprio nel bel mezzo di quel maledetto scombussolamento ormonale. Fossi al posto di chi leggerà questo post, arrivata qui ci starebbe tutto un bel "E stì ca...voli!" pronunciato ad alta voce. Quindi se volete ditelo, avete ragione...con questi discorsi sono più fastidiosa di una pubblicità per assorbenti.

Devo trovare un modo per sfogarmi: mi do allo Yoga oppure mi fumo un intero pacchetto di sigarette tutto in una volta? Chissà quale rimedio è più efficace...

Si accettano suggerimenti su come sbollire la rabbia. Se qualche anima pia conoscesse metodi comprovati ed avesse la bontà di passarmi qualche dritta gliene sarei estremamente grata.


Pubblicato il 16/6/2011 alle 13.48 nella rubrica liber-azioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web